Verbale n.5 cdq Osimo Stazione Abbadia del 20 settembre 2019

CONSIGLIO DI QUARTIERE n. 5 “OSIMO STAZIONE – ABBADIA”

Abbadia, 20 settembre 2019

– Al Sindaco del Comune di Osimo

– Al Vice Sindaco

– All’assessore alla partecipazione democratica

– Ai Consiglieri Comunali delle nostre Frazioni, e ai Gruppi Consiliari

– Ai Consiglieri di Quartiere della nostra Frazione

Oggetto: verbale del consiglio di quartiere n.5 tenutosi nella Frazione Abbadia

Presenti: il Sindaco Simone Pugnaloni, Vice Sindaco Paola Andreoni, il Presidente del Consiglio Comunale Giorgio Campanari, il Comandante Polizia Municipale Osimo Graziano Galassi, l’assessore Federica Gatto,

Consiglieri Comunali

Presenti: Monica Bordoni, Giorgio Brandoni, Achille Ginnetti

Consiglieri di Quartiere

Presenti: Roberto Gatto, Mauro Bugari, Angelo Maria Mastrangelo, Andrea Renzi

Il consiglio è stato aperto dal Presidente Mauro Bugari alle ore 21.30 seguendo gli argomenti già comunicati in odg:

  1. By pass Abbadia: un’ opera di cui si discute dal 1999, per i cittadini diventata ormai indispensabile ai fini della sicurezza stradale ma non solo, in quanto necessaria per supportare il carico di veicoli che ci transitano, in forte aumento per le numerose costruzioni sia edificate nel tempo ma che si andranno anche ad edificare nei prossimi anni. Un’opera per la frazione ma per tutta Osimo in quanto viene percorsa tutti i giorni da veicoli provenienti dall’intera città diretti a sud e a nord. L’amministrazione risponde che ci vorranno 700.000 euro per costruirla tutta e propone uno stralcio, ma i cittadini non ci stanno perché sarebbe inutile e dispendiosa e chiedono pubblicamente che si faccia tutto il tratto e presto. L’amministrazione promette per il prossimo cdq un progetto di massima dove poter valutare uno studio di fattibilità ma soprattutto i costi reali. Il cdq in accordo con il Sindaco indirà una riunione focalizzata sul problema a Dicembre, per presentare il progetto e confrontarsi con i residenti delle vie interessate alla realizzazione.
  2. Viabilià: lo scorso cdq avevamo chiesto al Sindaco di chiedere al Comune di Castelfidardo l’impegno per la realizzazione della strada adiacente l’eurospin, che colleghi Via della Stazione a Via Cattaneo, con la compartecipazione del Comune di Osimo. La risposta dell’amministrazione fidardense è stata affermativa e appena saranno avanzati progetti e lavori, i comuni interessati collaboreranno a migliorare la viabilità nel tratto, o con la realizzazione della strada di cui sopra oppure con la costruzione di una rotatoria, che servirà per poter far defluire in modo più agevole e veloce senza code l’uscita dal supermercato ma anche dalle industrie della zona.
  3. Lottizzazioni incomplete in via Baracca, via Nievo via Sella, il comune solleciterà di nuovo i lottizzanti ad adempiere alle proprie funzioni, e al completamento dei lavori. I residenti di Via Baracca lamentano il fatto che non viene fatta la manutenzione alla piccola area verde, mancano le strisce dei parcheggi nel piazzale e la strada di via Casone che dovrebbe essere chiusa fino al completamento della lottizzazione viene puntualmente aperta, mettendo a rischio i residenti che ci transitano con la convinzione che sia chiusa. Assente il Sig. Mengarelli lottizzante dell’area, a cui avevamo inviato l’invito per avere chiarimenti sulla sua posizione e per sapere i motivi di questa inadempienza. L’amministrazione lo contatterà in privato e cercherà di sbloccare questa anomala situazione in modo bonario per evitare lungaggini burocratiche.
  4. Archeologia: il Vice presidente Roberto Gatto segnala alla cittadinanza la vicenda storica della chiesa dell’Abbadia e di Via Fontanelle che potrebbero diventare di pubblico interesse. Sembrerebbe infatti che molti anni fa una bomba cadde sulla chiesa rompendo il tetto e rimanendo inesplosa, alcuni cittadini andando per toglierla ritrovarono una cripta. A quel tempo diedero poca importanza e fu chiusa. Sembra che questo luogo sia sotto la zona dell’altare e il suo ingresso potrebbe essere stato sul lato destro dell’altare stesso, usato oggi come ripostiglio. Riaprirlo darebbe a tutta la chiesa e alla frazione un’importanza storica, ma al tempo stesso un dispendio di denaro pubblico. L’amministrazione ci suggerisce di informare la Curia del fatto e di chiedere a loro se vogliono finanziare il progetto con il coinvolgimento della sovraintendenza dei beni culturali. Su Via Fontanelle invece sembrerebbe che fino agli anni 50 ci siano state delle fontanelle, che alcuni cittadini più anziani ricordano, da queste infatti prese il nome la via. Da uno scavo sommario si evidenzia un pozzo, segno che le fontanelle sono realmente esistite, e per scavare ancora servirebbe l’aiuto di un mezzo adatto. L’amministrazione propone che in previsione della asfaltatura e in accordo con il proprietario del terreno, si potrebbe utilizzare lo scavatore della ditta che rifarà il manto stradale nei prossimi mesi e vedere se in profondità ci sia o meno altre fontanelle. I cittadini sostengono che prima di spendere soldi per questo tipo di lavori bisogna dare priorità agli interventi più urgenti come il by pass.
  5. Il cdq in collaborazione con il comune e la misericordia stanno cercando di riorganizzare la famosa “2 passi all’aria” sospesa e non più fatta, prima per il ponte caduto, poi per i lavori in ferrovia. La richiesta è stata inviata dal cdq all’amministrazione il 22 di agosto e ad anas in questi giorni. Ora siamo in attesa del suo nulla osta. La festa quest’anno non prevederà nessun tipo di esibizione musicale ne di vendita, a causa delle numerose normative restrittive che ostacolano e complicano la loro presenza. Ma sarà solo per passeggiare, a piedi o in bicicletta, per aggregazione e socializzazione, ci saranno negozi e bar aperti, e servirà per sensibilizzare tutti ad usare di meno gli autoveicoli ma anche per dare qualche ora la libertà ai residenti e di poter respirare aria pulita. L’area interdetta agli autoveicoli partirà da subito dopo la nuova rotatoria fino subito dopo Via Abbadia. I cittadini chiedono di farla più spesso anche una volta al mese.
  6. Consorzio agrario, il progetto comprende un’area parcheggio di circa 30/40 posti auto pubblici nell’area dei vecchi silos, un’area commerciale adibita solo esclusivamente a supermercato al posto dello stabile del consorzio con annessi 100 posti auto intorno privato ad uso pubblico, una barriera vegetale di bosso lungo la ss16 e 61 alberi di varie essenze dislocati lungo la via confinante Via Bixio, Via Abbadia, nelle aiuole parcheggio, e intorno tutto il perimetro dell’area. Prende la parola un cittadino per leggere una lettera aperta al Sindaco, nel quale chiede che il parcheggio privato ad uso pubblico in progetto venga chiuso durante le ore notturne per evitare schiamazzi provenienti dai frequentatori dei bar. L’amministrazione assicura che in caso di vendita sarà presa in considerazione la sua richiesta proponendo all’acquirente di mettere una sbarra con apertura ore 5 e chiusura ore 22 nella sola area commerciale. In oltre garantisce che non c’è ancora nessuna vendita ma solo una trattativa tra un interessato e il proprietario. Il progetto quindi è un progetto di massima e va rivisto e sarà il comune dopo un’attenta valutazione del progetto definitivo a dare il permesso costruire. Questo per dire che i cittadini hanno tempo 60 gg dalla data di pubblicazione sull’albo per fare osservazioni tecniche sul progetto che verranno poi valutate dall’amministrazione e portate in giunta. La scadenza per presentare le modifiche da apportare al progetto scade il 9 novembre. Per qualsiasi informazione o per presentare le proprie osservazioni o modifiche al progetto, i cittadini potranno rivolgersi al consiglio di quartiere, inviando una mail a cdqosimostazioneabbadia@gmail.com per avere delucidazioni sul progetto. Per visionare i disegni bisogna andare sul motore di ricerca google, scrivere PRG OSIMO, cliccare sulla prima riga, cliccare poi il link a destra dove c’è un menu’ il primo link TRASPARENZA ATTIVA PIANIFICAZIONE E GOVERNO DEL TERRITORIO, di seguito si aprirà un’altra finestra dove andrete a cliccare su STRUMENTI URBANISTICI E LORO VARIANTI, selezionare poi ANNO 2019, apparirà la lista dei lavori, dove andrete poi a cliccare su quello di interesse CONSORZIO AGRARIO OSIMO STAZIONE. Una volta aperta la lista dei disegni dovrete scaricare un programma gratuito per vederli che si chiama info cert dike, scaricabile gratuitamente dal suo sito, https://www.firma.infocert.it/installazione/software.php e seguire le indicazioni per l’installazione. Una volta installato fare clic sul pulsante VERIFICA e selezionare il file p7m di riferimento, oppure trascinare il file da verificare direttamente nella finestra del programma sul pulsante VERIFICA.

Purtroppo l’assemblea si è dilungata troppo su discorsi di prioritaria importanza e non abbiamo potuto illustrare le varie ed eventuali. Mettiamo di seguito l’elenco a verbale con le suddette problematiche, le quali verranno discusse al prossimo cdq.

Varie ed eventuali:

  • Luce su campetto abbadia (con oneri di urbanizzazione nuove abitazioni)
  • Unire Via Tito Speri con Via Quintino Sella
  • Esami Scuole Guida in area pubblica Via Agnelli
  • ponte Baldini
  • marciapiede franato sopra la bocciofila;
  • manutenzione ordinaria a tutti i marciapiedi e vicoli;
  • più controlli forze ordine su alte velocità Via Fratelli Bandiera e su tutto il quartiere;
  • recinzione parco Chico Mendez;
  • riparazione pensilina Via Adriatica (l’amministrazione ha messo in bilancio la riparazione)
  • emergenza igienico sanitaria per piccioni alla vecchia scuola elementare, e chiarimenti su destinazione d’uso.( avvisato il proprietario dello stabile)
  • Strisce pedonali davanti al circolo abbadia e davanti all’ ingresoo scalinata chiesa
  • Via Giovanni Paolo II franosa
  • Via Palombarino dissestata
  • Aiuole rotte in Via Garibaldi, da togliere
  • rifare asfalto Via Manin
  • dosso rallentatore in Via Fontanelle e in Via Q. Sella
  • amianto
  • antenne 5 g
  • censimento sul traffico
  • scuola infanzia finanziata dal miur

La seduta si è conclusa alle ore 23,30

Il Presidente Mauro Bugari

Il Segretario Angelo Maria Mastrangelo

Verbale incontro CdQ – Assessorato partecipazione democratica del 07-09-19

Presenti Vice Sindaca con delega Assessore partecipazione democratica Sig.ra Paola Andreoni, i presidenti CdQ Osimo, Sig. Marra di Osimo 2, Sig.Tusi Osimo centro e Borgo, Sig. Bugari Osimo Stazione Abbadia, Sig. Donzelli San Sabino Campocavallo, Sig. Zagaglia Casenuove, Sig. Le Moglie Passatempo Padiglione, assente Sig. Campanale San Biagio Aspio. Alle ore 11 apre l’ incontro il Sindaco che saluta i presenti e introduce i temi da trattare. Si evince da subito la volontà di collaborare e di stare in sintonia con il cdq. La riunione comincia con alcuni suggerimenti da parte dell’ assessore, condivisi da tutti i presenti, e uno scambio di possibili interventi per migliorare il nostro incarico, tra cui allargare le istanze su problemi sociali, su famiglia, anziani, bambini e giovani. Provare a responsabilizzare gli abitanti su piccole gestioni di attrezzature cittadine o su piccole manutenzioni o altro che possa essere di uso pubblico e quindi di proprietà di tutti. Per sensibilizzare e vigilare sulle condizioni delle attrezzature. Invieremo quindi al Vice Sindaco le possibili mansioni che il nostro quartiere necessiterebbe su delega e se già abbiamo dei nomi di volontari glielo faremo presente per destinare polizze assicurative. Un Esempio nel comune di Castelfidardo, nel quale i membri del cdq si occupano del taglio erba e piccoli interventi, e vengono rimborsati di ogni spesa e di ogni attrezzatura acquistata, le quali rimangono per sempre a disposizione del quartiere. Creare piu’ partecipazione con l’aiuto di un locale dove riunirsi e dove poter creare un punto di ascolto per riuscire a raggiungere fasce di età più anziane escluse dà mail e social. Organizzare cdq under 30 per ascoltare i giovani. Calendarizzare i prossimi cdq con un piano annuale per far organizzare meglio l’amministrazione. Da parte nostra massima collaborazione e ci auguriamo che questo confronto non rimanga isolato ma che sia il primo di lungo rapporto tra cdq e amministrazione, uniti per migliorare la nostra città e la vita dei cittadini. L’ assemblea si chiude alle ore 12,30 circa.

Verbale cdq n.4 Osimo Stazione Abbadia del 18 luglio 2019

CONSIGLIO DI QUARTIERE “OSIMO STAZIONE – ABBADIA”

Osimo Stazione, 18 luglio 2019

– Al Sindaco del Comune di Osimo

– Al Vice Sindaco

– All’assessore alla partecipazione democratica

– Ai Consiglieri Comunali delle nostre Frazioni, e ai Gruppi Consiliari

– Ai Consiglieri di Quartiere della nostra Frazione

Oggetto: verbale del consiglio di quartiere tenutosi nella Frazione Osimo Stazione

Presenti: il Sindaco Simone Pugnaloni, Vice Sindaco Paola Andreoni, il Presidente del Consiglio Comunale Giorgio Campanari, il Comandante Polizia Municipale Osimo Graziano Galassi

Consiglieri Comunali

Presenti: Monica Bordoni, Giorgio Brandoni

Consiglieri di Quartiere

Presenti: Roberto Gatto, Mauro Bugari, Angelo Maria Mastrangelo, Andrea Renzi

Il consiglio è stato aperto dal Presidente Mauro Bugari alle ore 21.30 seguendo gli argomenti già comunicati in odg:

1) Nuova Viabilità: lettura del verbale dell’incontro fatto a Castelfidardo con gli assessori, sindaci e comandanti dei vigili di osimo Camerano e Castelfidardo riguardo la deviazione dei mezzi pesanti sulla direttissima del conero. Assenti ingiustificati Anas e società autostrade. Dal verbale è emersa la difficolta’ degli enti nell’obbligare i veicoli pesanti alla deviazione, e l’impossibile controllo del rispetto del divieto, il cdq ha quindi sottolineato che la loro richiesta e’ di consigliare ai mezzi pesanti non interessati ad Osimo stazione di proseguire in direzione nord attraverso la direttissima del conero e lo stesso per chi proviene da nord in direzione sud consigliarla a partire dall’uscita autostradale di Ancona Sud. Il Sindaco si impegnerà a parlarne nel giorno dell’inaugurazione della nuova rotatoria insieme ad una delegazione del cdq e proporrà ad anas la nuova segnaletica. Importante anche la riapertura di via dell’industria (via parallela alla ss16 ora chiusa per alcuni ma non per tutti, in quanto i mezzi di BRT continuano a passarci, o la chiudiamo per tutti o la riapriamo per tutti. Il comandante provvedera’ i prossimi giorni a far rispettare il divieto di transito per tutti, in quanto la strada risulta impraticabile e vige una causa in corso con la ditta asfaltatrice. Aprire via Casone di Abbadia, oltre a realizzare 150 m di strada adiacente Eurospin di Castelfidardo che permetterà di ridurre le code all’ingresso nella ss16 e bypassarla portando gli utenti ad uscire in via Cattaneo per poi continuare direzione Osimo o Ancona. Il sindaco ci ha garantito che provvederà a contattare Ascani per compartecipare alla realizzazione della suddetta strada. Gli attraversamenti pedonali illuminati promessi sono irrealizzabili per mancanza di energia elettrica nei punti in cui dovrebbero essere installati, seguiranno altri sopralluoghi con astea per cercare altre soluzioni.

2) By pass Abbadia: era stato chiesto all’ultimo cdq di metterlo a bilancio, ma probabilmente bisognerà fare un referendum per capire chi lo vuole e chi no, in quanto l’amministrazione continua a dire che ci sono pareri discordanti tra i residenti. L’amministrazione lamenta il fatto che gli odg sono sempre uguali, e le risposte anche, ma i cittadini sottolineano che la causa di queste ripetitività sta nel fatto che non si portano a compimento le nostre richieste, e questi temi saranno negli odg fino a che non saranno realizzati. Alcuni cittadini di Abbadia, hanno poi preso la parola, perchè indignati dal fatto che la loro frazione risultera’ spezzata in 2 fino al 7 di settembre, dai lavori di astea, danneggiando le attività e i residenti e chiedono di velocizzare il ripristino della strada in quanto è improponibile chiudere una via di collegamento così importante per così tanto tempo.

3) Lottizzazioni incomplete in via Baracca, via Nievo via Sella, il comune solleciterà i lottizzanti ad adempiere alle proprie funzioni, e al completamento dei lavori, pena la riscossione delle polizze. I residenti lamentano il fatto che in Via Baracca non viene fatta la manutenzione alla piccola area verde, e mancano le strisce dei parcheggi nel piazzale.

4) Sicurezza territorio, il sindaco ha stanziato 30000 euro per sostituire le caditoie e tombini obsoleti e metterne nuovi più grandi, farà una video ispezione sui rimanenti per cercare di risolvere il problema alluvionale nella zona. Proposta del cdq di utilizzare i semafori ora spenti all’ingresso a nord e a sud della frazione per interrompere il flusso dei veicoli in caso di forte pioggia dando un comando a distanza ai commercianti per far scattare il rosso, come nei sottopassaggi, per evitare onde d”urto al passaggio che provocano danni ai negozi e appartamenti. Oppure fornigli i ferri per aprire i tombini e un segnalatore di tombino aperto. La regione ha chiesto lo stato di emergenza, e l’amministrazione invita tutti i danneggiati dall’alluvione ad inviare all’ufficio protocollo le foto quantificando l’entità dei danni, per un rimborso che metterà’ sicuramente del tempo ma arriverà.

5) La pista ciclabile Osimo staz – mare sarà realizzata dalla ditta Baldini, per 60000 euro.

6) Il nuovo parco urbano di Mimmo Mancinelli vedrà nei prossimi 5 anni alcuni investimenti, tra cui illuminazione, tavoli e panchine.

7) Il 22 settembre il comune si impegnerà a riorganizzare la famosa “2 passi all’aria” sospesa e non più fatta, prima per il ponte caduto, poi per i lavori in ferrovia ed ora speriamo di riavere la nostra festa, magari più’ frequentemente per dare più respiro al quartiere, migliorare la qualità’ dell’ aria e restituire ai cittadini che vi abitano un po di ore di normalità e di festa anche per i più piccoli.

Infine prende la parola la Vice Sindaca Paola Andreoni, espone la sua idea di cdq, cambiando la disposizione della sala, mettendo le sedie a cerchio e togliendo il tavolo, per creare affinità con l’amministrazione ed eliminare il muro di distacco che si crea ponendosi dietro ad una scrivania; poi propone ai presidenti dei cdq dei colloqui a frequenza da accordare, per fare il punto sulla situazione dei quartiere e i relativi problemi; propone di fare dei cdq per i giovani per poter capire anche le loro esigenze e far partecipare anche le altre fasce d’età presenti nelle frazioni.

Purtroppo l’assemblea si è dilungata troppo su discorsi di prioritaria importanza e non abbiamo potuto illustrare le varie ed eventuali. Mettiamo di seguito l’elenco a verbale con le suddette problematiche, le quali verranno discusse al prossimo cdq.


Varie ed eventuali:

  • Luce su campetto abbadia (con oneri di urbanizzazione nuove abitazioni)
  • Unire Via Tito Speri con Via Quintino Sella (spesa troppo onerosa)
  • Esami Scuole Guida in area pubblica Via Agnelli
  • ponte Baldini
  • marciapiede franato sopra la bocciofila;
  • manutenzione ordinaria a tutti i marciapiedi e vicoli;
  • più controlli forze ordine su alte velocità Via Fratelli Bandiera e su tutto il quartiere;
  • recinzione parco Chico Mendez;
  • riparazione pensilina Via Adriatica (l’amministrazione ha messo in bilancio la riparazione)
  • emergenza igienico sanitaria per piccioni alla vecchia scuola elementare, e chiarimenti su destinazione d’uso.( avvisato il proprietario dello stabile)
  • Togliere scempi dai muri esterni palestra
  • Strisce pedonali davanti al circolo abbadia e davanto all’ingresoo scalinata chiesa
  • Rimettere palo nuovo «Stop» davanti la chiesa, Via corticelli
  • Via Giovanni Paolo II franosa
  • Via Palombarino dissestata
  • Aiuole rotte in Via Garibaldi, da togliere
  • rifare asfalto Via Manin
  • dosso rallentatore in Via Fontanelle e in Via Q. Sella
  • amianto
  • antenne 5 g
  • censimento sul traffico
  • esplorazioni archeologiche in zona abbadia
  • scuola infanzia finanziata dal miur
  • lavori in ferrovia e sottopassaggio, termine dei lavori
  • grata rumorosa in Via Abbadia all’altezza bivio Via giusti
  • consorzio agrario, quali progetti futuri

La seduta si è conclusa alle ore 24

Il Segretario Angelo Maria Mastrangelo

Il Presidente Mauro Bugari

Verbale del Consiglio di quartiere Osimo2 18/03/2019

Comune di Osimo

Piazza del Comune 1

60027 Osimo

All’attenzione di: sig. Sindaco e del Consiglio Comunale

                                                                                             Del Comandante dei Vigili Urbani

Verbale del Consiglio di quartiere Osimo2 

18/03/2019

Oggetto

-alle citate rappresentanze si chiede di porre l’attenzione alle seguenti richieste:

– Eventuale regolamentazione del sistema viario di via Donizetti

– Richiesta di regolarizzare gli orari di accesso del pubblico nel campo Sportivo “Nazzareno                                                                                                                                                                                            Gabrielli posto nell’aerea verde “Umberto Graciotti” in via De Gasperi.

Sono intervenuti i seguenti amministratori comunali:

Mauro Pellegrini     Vice Sindaco

Federica Gatto        Assessore Viabilità e Sicurezza

Graziano Galassi     Comandante dei Vigili Urbani

Il consiglio di quartiere Osimo2 è rappresentato da:

Marra Claudio e Fiorente Antonio

Alle ore 21.30 circa, presso la sala “Centro Aquilone” il presidente del C. Q. Marra Claudio apre l’assemblea pubblica. Sono presenti sedici abitanti di via Donizetti e circa altre dieci persone.  

La votazione per il senso di viabilità di via Donizetti ha avuto questo esito:

n.9 sono favorevoli sul senso unico parziale che va dal negozio Mad al parcheggio pubblico.

n.5 sono favorevoli al senso unico totale della via.

n.6 sono favorevoli a lasciare la viabilità come è attualmente.

Dalla discussione scaturita dall’assemblea non è emersa una netta scelta al tipo di viabilità voluta.     Il vicesindaco Mauro Pellegrini propone di indire in un prossimo futuro, circa un mese, una nuova riunione con gli abitanti di via Donizetti con un progetto riguardo la viabilità redatto dal comandante dei Vigli Urbani a seguito del quale sarà decisa quale soluzione possa essere presa in accordo con gli stessi abitanti. Quindi si attende il progetto di viabilità per via Donizetti che poi verrà sottoposto all’attenzione degli stessi.

E’ stato richiesto la riverniciatura del segnale “Stop”, sull’asfalto, all’altezza del n. civico 14 perché ormai totalmente invisibile, come già richiesto nell’assemblea del 16 gennaio.

Inoltre è stato richiesto che all’altezza del negozio “Mad”, in via Donizetti, occorre tagliare due grossi rami da un albero, rappresentano un grosso pericolo per la viabilità.

-Viene richiesta anche la manutenzione del manto stradale rovinato da buche e radici dei pini che creano dossi che rendono la viabilità molto pericolosa.

Per quanto riguarda il secondo punto all’ordine del giorno, regolamentazione degli orari di accesso al campo sportivo “Nazzareno Virgili”, dei cittadini lamentano il degrado ed il chiasso che si protrae fino alle ore due della notte specialmente nelle belle giornate. Chiedono la regolamentazione degli orari di usufruibilità con la chiusura del suddetto campo sportivo fuori dagli orari di utilizzo.

L’ assessore Federica Gatto sostiene che la gestione è in mano ad Osimo servizi che però ha delegato ad una cooperativa e che comunque verranno presi provvedimenti a breve per l’utilizzo corretto con annessi cartelloni che ne indicano gli orari di accesso al campo sportivo.

L’assemblea del consiglio di quartiere si chiude alle ore 23.00 circa con il ringraziamento da parte del C. Q. ai membri della giunta comunale, al comandante dei Vigli Urbani ed ai cittadini intervenuti.                                                                                                                          Il Presidente Claudio Marra      Il segretario Fiorente Antonio

verbale del consiglio di quartiere di Osimo centro 12 02 2019

CONSIGLIO DI QUARTIERE OSIMO CENTRO

Osimo, 12 Febbraio 2019

– Al Sindaco del Comune di Osimo

        Dott. Simone Pugnaloni

– All’assessore alla partecipazione democratica

        Dott. Daniele Bernardini

– Ai Consiglieri Comunali

Oggetto: verbale del consiglio di quartiere di Osimo centro.

Presenti: il Sindaco Simone Pugnaloni, Vice Sindaco Mauro Pellegrini; Assessori Federica Gatto; Comandante Polizia Municipale Osimo Graziano Galassi.

Consiglieri Comunali   

Presenti: David Monticelli, Maria Grazia Mariani.

Assenti: Giorgio Campanari, Gabriella Sabbatini, Monica Bordoni, Gilberta Giacchetti, Flavio Cardinali, Alex Andreoli, Daniele Bernardini, Sara Andreoli.

Consiglieri di Quartiere 

Presenti: presidente Tusi Antonio; vicepresidente e segretario Frassineti Tiziana, Lucarini Renato.

Il consiglio è stato aperto dal Presidente Tusi Antonio alle ore 21.30 seguendo gli argomenti già comunicati in odg:      

VIABILITA’ E MANUTENZIONE STRADE

1.  MANCATO RISPETTO DEL DIVIETO IN VIA RONCISVALLE: i cittadini presenti e residenti lungo la via segnalano eccessivo traffico, il mancato rispetto del divieto durante le fasce orarie indicate, auto spesso in eccesso di velocità e condizione di sporcizia e degrado, chiarendo che si tratta di una situazione che si protrae da molto tempo.Preoccupazione per la sicurezza. Si sollevano dubbi sull’efficacia di un eventuale semaforo perché certi che verrebbe spesso ignorato. Avanzano la richiesta di personale che effettui controlli e sanzioni. Chiedono l’istallazione di un varco elettronico.

L’amministrazione, ammettendo l’esistenza del problema, comunicando che nel tempo sono state prese in considerazione varie possibilità, sostiene, in accordo con il Sig. Galassi, che l’unica soluzione è la progettazione di una variante/bretella che potrebbe collegare via Roncisvalle a via Chiaravallese. Si impegna, nell’arco di un mese o poco più, a valutare tempi e costi per eventuale ztl e variante in sinergia con le leggi in vigore così da programmare successivamente, in zona via Roncisvalle, una riunione esclusiva con i residenti nella via e prendere una decisione. 

2. MARCIAPIEDE MANCANTE IN VIA FONTEMAGNA: i cittadini fanno notare che in via Fontemagna è assente il marciapiede per un tratto di circa 150 mt prima dell’hotel a destra della carreggiata. La strada è stretta ed in prossimità della curva diventa zona pericolosa. 

L’amministrazione, confermando la pericolosità del tratto in questione ed affermando di dover intervenire per mettere in sicurezza, si informerà sui costi per la costruzione del marciapiede e l’istallazione di un eventuale autovelox.

3. DISAGIO PARCHEGGI: i cittadini chiedono di rivalutare la condizione dei parcheggi in zona centro, creando più rotazione e, magari, sostituendo qualche area di sosta a pagamento con aree a disco orario.

L’amministrazione, d’accordo con il Sig. Galassi, risponde che il controllo di zone a disco orario è difficile; impiega una notevole mole di lavoro, nel contesto in cui ci si trova in carenza di organico. Il Sig. Galassi afferma inoltre che il pagamento del parcheggio crea più rotazione. L’amministrazione ricorda che se si assume un ausiliare del traffico per controllare i parcheggi, non si può assumere un vigile urbano che oltre la citata mansione, potrebbe svolgerne molte altre. La situazione va studiata meglio. 

4. DISAGIO PARCHEGGI: si lamenta carenza di controlli in piazza Sant’Agostino dove le auto vengono parcheggiate anche fuori dagli spazi prestabiliti. Nella stessa piazza capita di notare auto, senza permesso esposto, occupare lo spazio riservato alle persone portatrici di handicap. Alcune auto parcheggiate fuori dagli spazi blu, impediscono la normale fluidità di passaggio in entrata ed uscita dai regolari spazi di parcheggio. La stessa infrazione capita spesso anche in piazza Dante, (di fronte il negozio ex Original Marines), quando auto parcheggiano in zona “carico e scarico”, inibendo a volte il passaggio di passi privati che conducono ad abitazioni e garage.

5. ALTRI DISAGI: zona duomo in carenza di parcheggi; auto in eccesso di velocità in via Guazzatore; dissesto in via Gomero; situazione di degrado intorno a costruzioni abbandonate vicino via Cappuccini.

6. CONDIZIONE BAGNI PUBBLICI: i cittadini lamentano la pessima condizione in cui versano i locali dei bagni pubblici; a volte non sono disponibili, più spesso si trovano sporchi e deturpati.

L’amministrazione è perfettamente a conoscenza del problema e, dopo aver spiegato progetti a promozione sociale ed aver riferito che alcuni danni sono stati compiuti da ragazzi residenti in zona, promette che ci sarà maggiore attenzione e sorveglianza. 

7. BASSO LIVELLO DI PULIZIA DELLE VIE DEL CENTRO STORICO: spesso, problema che in Primavera ed Estate assume maggiore rilevanza, il residuo di escrementi di cani al centro delle vie e di piccioni, in parti più periferiche supera il grado di accettabilità. Il problema dei piccioni e dei loro escrementi è sentito da più persone e riguarda l’intero ambito del centro di Osimo. A repentaglio è, non solo l’igiene urbana ma, soprattutto, la salute delle persone e degli altri animali domestici. Da ricordare che il pericolo aumenta nella stagione calda, quando gli escrementi possono, oltre che venire a contatto, anche essere ingeriti ed inalati. 

8. LAVORI SOTTOSTANTI IL LOGGIATO: alcuni cittadini fanno notare che poteva essere lasciato libero lo spazio per persone disabili ed anziane.

L’amministrazione è d’accordo informando che il dirigente dei lavori avrebbe potuto mettere in sicurezza. Avvisa inoltre che in Primavera l’area potrebbe essere riaperta. Il Sindaco Simone Pugnaloni avvisa che è sua intenzione destinare una parte dei finanziamenti ottenuti all’abbattimento di barriere architettoniche iniziando a pensare alla realizzazione di un ascensore per raggiungere i piani più alti del palazzo comunale.

VALORIZZAZIONE CENTRO STORICO

1. REALIZZAZIONE PARCO URBANO, (PERCORSO DELLE FONTI): idea, esposta da David Monticelli  (M5S), di un parco tematico. Un percorso urbano/naturalistico dove l’elemento di ispirazione è l’acqua grazie alla presenza di 7 fonti. Sentiero ciclo/pedonale che, partendo da via Guazzatore, si snoda lungo via Bernini, attraversa l’ex campo dei frati, raggiunge via Fonti, scende lungo via Roncisvalle, per arrivare in via Fonti del Tesoro. Esperienza, con filo conduttore, che può essere apprezzato sia dagli abitanti di Osimo che dai turisti, nella quale si unisce l’interesse per lo sport, la natura e la storia.

L’amministrazione, a conoscenza dell’idea, ha già inviato un primo progetto alla sovraintendenza. A questo progetto si ha dato inizio alla preparazione e ripulitura della prima parte, (via Fonte Magna), illuminata fino a campo dei frati.

2. MANCANZA SALA CINEMATOGRAFICA: da parte di molti cittadini il desiderio che Osimo abbia un cinema nel cuore del suo centro storico. Idea di un cinema “cittadino” che anima e fa incontrare realtà sociali diverse tra loro. In opposizione al modo “multisala” di concepire il cinema, l’ambiente del centro storico e magari l’atmosfera di proiezioni d’autore, riporterebbe il cinema a svolgere una funzione sociale.

L’amministrazione ha comunicato l’avvio al restyling dei locali dell’ex cinema Concerto. Entro Marzo i frati inizieranno i lavori per trasferire una biblioteca francescana tra le più importanti del centro Italia che sarà aperta al pubblico. Contemporaneamente, ottenuto un finanziamento di 400.000 euro dalla Regione, si avvierà la realizzazione di una sala da adibire ad auditorium con 99 posti. Il Sindaco accenna alla possibilità di un’ulteriore sala auditorium di 180 posti presso il ridotto del Teatro la Fenice.

La sensazione di alcuni cittadini che, nonostante il progetto, Osimo rimarrà orfana di un cinema degno. Si registra un forte dissenso da parte dei consiglieri comunali David Monticelli e Maria Grazia Mariani all’operazione di cessione della struttura ai frati, ritenendola non congrua.

Rispetto l’ordine del giorno, non è stato possibile trattare il tema del miglioramento dell’area giardini di Piazza Nuova per motivi di tempo.

La seduta si è conclusa alle ore 23:45 circa.

Il Segretario                             ​​​​​​​​​Il Presidente

Tiziana Frassineti​​​​​​​​​                 ​Antonio Tusi                      

Verbale del Consiglio di quartiere Osimo2 16/01/2019

Oggetto:  consiglio di quartiere Osimo2 versante sud

– Situazione dissesto marciapiede e controllo velocità in via De Gasperi

– Messa in sicurezza gru del cantiere edile in disuso adiacente via Martin Luther King

– Regolamentazione del sistema viario di via Fabriano

– Segnaletica stradale da sistemare in via Donizetti

– Altre varie ed eventuali

Sono intervenuti i seguenti amministratori comunali:

Simone Pugnaloni…Sindaco                                                                                                                           Mauro Pellegrini…Vice Sindaco

Federica Gatto…Assessore Viabilità e Sicurezza

Flavio Cardinali…Assessore ai Lavori Pubblici

Alex Andreoli…Assessore Sport ed Agricoltura

Graziano Galassi…Comandante dei Vigili Urbani

Il consiglio di quartiere Osimo2 è rappresentato da:

Marra Claudio, Vaccarini Matteo e Fiorente Antonio

Alle ore 21.30 circa, presso la sala del bocciodromo di via “della Croce Rossa” il presidente del cdq Marra Claudio apre l’assemblea pubblica con una breve introduzione alla cittadinanza, intervenuta numerosa, del nuovo consiglio di quartiere e dei membri che ne fanno parte e di seguito procede con il primo punto all’ordine del giorno ovvero la questione del marciapiede di Via de Gasperi proiettando delle foto da cui si evince il grado di dissesto provocato dalle radici degli alberi.

Il Sindaco dichiara di aver provveduto personalmente insieme a dei tecnici di Astea a fare un sopralluogo in via De Gasperi e che saranno messe in sicurezza sia le radici degli alberi che il marciapiede con un intervento di potatura e manutenzione marciapiede che avrà un effetto duraturo per almeno 7-8 anni, tutto questo in tempi brevi.

Sulla questione della velocità sostenuta dei veicoli che transitano sia in via De Gasperi che in Via Aldo Moro interviene il Comandante dei Vigili Magg. Galassi spiegando alla cittadinanza che gli autovelox fissi non possono essere installati nel centro abitato e che l’unico deterrente opportuno sarebbe la presenza delle pattuglie in maniera più assidua, ma viste le carenze dell’organico della Polizia Urbana è molto difficile da portare avanti. Propone di risolvere con un passaggio pedonale rialzato e con una pattuglia che stazioni periodicamente lungo via De Gasperi.

Per quanto riguarda il secondo punto all’ordine del giorno ovvero la messa in sicurezza della gru situata in Via Martin Luther King, nell’area ex-Violini, interviene il Sindaco facendo presente che c’è una procedura di fallimento in corso in quell’area e che il Comune di Osimo ha ricevuto da parte di un ingegnere incaricato dal curatore fallimentare una perizia che conferma la totale sicurezza della gru, ma dietro insistenza da parte dei cittadini che lamentano movimenti sospetti soprattutto durante le giornate ventose il Comandante dei Vigili riferisce di aver inoltrato ben due denunce alla Procura della Repubblica per ragioni di incolumità e che il Giudice dovrà pronunciarsi in merito.

La situazione comunque dovrebbe essere sotto controllo.

A questo punto interviene però un cittadino che lamenta la scarsa illuminazione in via Fanfani (adiacente via Martin Luther King) ed il Sindaco sottolinea che gli oneri di urbanizzazione che doveva concludere la società costruttrice, che è proprietaria del lotto edificabile, non sono stati portati a termine e che quindi il Comune non può procedere ad alcun intervento perché la strada risulta ancora privata.

Questione analoga anche in via Fabriano che è il terzo punto all’ordine del giorno.

I Cittadini lamentano la mancanza totale di segnaletica sia orizzontale che verticale con relativi problemi di sicurezza legati a loro dire da un vero e proprio “Far West”, ovvero ad una totale mancanza di regole sia nella direzione di marcia sia nei parcheggi delle auto.

Sempre nella stessa via i cittadini lamentano la mancata pulizia delle aree verdi che comporta la scarsa visibilità del tratto stradale. Tra l’altro la sporcizia è propedeutica per la comparsa di topi e serpenti, con ovvi problemi di sicurezza soprattutto per i bambini che giocano in questa via.

Si segnalano anche cassonetti per la raccolta differenziata sporchi e fatiscenti e mancanza di segnaletica dei cantieri edili ancora operanti.

Infine alcuni abitanti sono preoccupati per la scarsa attenzione dei mezzi che puliscono la strada in caso di nevicata.

Il Sindaco dichiara di voler convocare al più presto il costruttore edile operante nella suddetta via per rivedere la convenzione di lottizzazione in modo da ovviare più celermente nella consegna della via all’amministrazione comunale da parte del costruttore ma sempre secondo termini di legge. Alla riunione con il costruttore ci sarà anche un rappresentante degli abitanti della via. Si cercherà di porre rimedio alla situazione di disagio nei punti sopraelencati. 

Segnaletica di Via Doninzetti:

-All’altezza del civico n.14 occorre la riverniciatura del segnale “Stop”, sull’asfalto, perché ormai totalmente invisibile ed il Sindaco promette una pronta manutenzione.

-Viene richiesta la manutenzione del manto stradale rovinato da buche e radici dei pini in questa via.

-Altri cittadini presenti chiedono che sia indetta un’altra assemblea per il cambio di viabilità.                  Il Sindaco ed il Comandante dei Vigili Urbani sono d’accordo nel voler cambiare il senso di marcia se la maggioranza dei cittadini residenti la voterà; quindi si dovrà organizzare una assemblea per gli abitanti di via Donizetti per decidere come avere il senso di viabilità.

Per quanto riguarda “Varie ed eventuali” si annotano in assemblea le seguenti questioni:

-un cittadino chiede che sia asfaltato il tratto di marciapiede di Via Montefanese, all’altezza del parrucchiere Walter, in direzione Padiglione per un tratto di 30 mt circa.

-la scalinata “Rimembranza” che collega via Giulia e via Cialdini ha due corrimano da manutenzionare (lato via Cialdini) e l’ultimo tratto del corrimano è mancante  (lato via Giulia). Inoltre uno dei due lampioni che illuminano la scalinata si spegne e si accende in continuo.

-in via Ungheria, presso la rotatoria del Borgo la strada è dissestata dalle radici dei pini e l’illuminazione è oscurata dalle chiome degli alberi.

-in via Fratelli Cervi fra il parcheggio Perlasca e la scuola elementare vi sono alberi obsoleti dove occorre una potatura per renderli non pericolosi.

-in via fratelli Cervi, presso l’entrata del parcheggio Perlasca, occorre disostruire una caditoia otturata dal catrame e rimettere un tubo per fare defluire l’acqua piovana.

-nel campo sportivo adiacente la scuola elementare del borgo a volte viene segnalata la presenza di ragazzi che vanno a fumare con sospetto consumo e/o spaccio di droga.

-in via Tonnini fra il n. civico 1-3 ci sono delle caditoie a margine pericolosissime.

-sempre in via Tonnini si chiede l’installazione di un bidone per raccolta del verde

-si segnala che i contenitori dei farmaci di via De Gasperi sono sempre pieni e andrebbero svuotati o sostituito il contenitore con uno di capienza maggiore.

-la ferramenta Carpineti in via Castelfidardo viene segnalata per il tetto in amianto.

L’assemblea del consiglio di quartiere si chiude alle ore 23.30 circa con il ringraziamento da parte del Presidente a tutti i cittadini intervenuti ed anche ai membri della giunta comunale nonché al Comandante dei Vigli Urbani

Il Segretario   Fiorente Antonio            Presidente Marra Claudio

Verbale osimo stazione Abbadia 26 7 18

CONSIGLIO DI QUARTIERE OSIMO STAZIONE ABBADIA

VERBALE SEDUTA DEL 26-07-18

Oggetto: Insediamento del consiglio di quartiere

Giovedi 26 Luglio 2018 si è tenuta la prima riunione del Consiglio di Quartiere OSIMO STAZIONE ABBADIA Presso il CIRCOLO ABBADIA, convocato dall’ Amministrazione Comunale con provvedimenti prot. N.14763  del 05/06/2018  e prot. N.15162 del 08/06/2018 con i quali sono stati Proclamati eletti i Consiglieri di quartiere a seguito delle elezioni tenutesi il 03/06/2018

Tali provvedimenti davano atto che il Consiglio di quartiere OSIMO STAZIONE ABBADIA è composto da:

Presidente : GAZZELLA PIETRO

Vice Presidente: GATTO ROBERTO

Consiglieri: BUGARI MAURO, MASTRANGELO ANGELO, RENZI ANDREA, SCARPONI ANDREA 

Assenti: NESSUNO

Hanno partecipato in rappresentanza del Comune di Osimo: 

Il Sindaco: Simone Pugnaloni; Assessori: Pagliarecci, Gatto, Andreoli; Consiglieri: Campanari, Sabbatini, Bordoni, Giacchetti; Comandante Polizia Municipale Osimo Galassi  

Assenti: Vice Sindaco Pellegrini; Assessori: Glorio, Bernardini, Cardinali

Il consiglio è stato aperto dal Sindaco alle ore 21.30 

Il Presidente ha nominato come segretario: BUGARI MAURO

Dopo la presa d’atto e la convalida degli eletti, il Presidente ha presentato ai membri dell’amministrazione e ai cittadini i nuovi componenti del Consiglio di Quartiere in carica per i prossimi 5 anni. 

Il Sindaco ha poi chiesto ai cittadini di esporre le problematiche della frazione.

Abbadia:

  1. Variante Abbadia, By pass in progetto dal 2006. 
  2. Incuria su strade e su aree verdi, potatura Pini su Via Corticelli e rifacimento manto stradale. 
  3. Illuminazione comunale su campetto.

Amm.ne: sulla questione by pass è presente una piccola minoranza che non la vuole, il progetto quindi è andato in ricorso e per il momento resta accantonato. 

Asfaltatura Via Corticelli a Settembre, area giochi e luci con oneri di urbanizzazione delle nuove costruzioni che nasceranno in Via Papa Giovanni Paolo II

Osimo Stazione:

  1. Incuria su strade e su aree verdi, su querce secolari, su pista ciclabile e su Via Fratelli Bandiera
  2. Campetto vicino la scuola elementare, la rete di contenimento del pallone è rotta, la rete di recinzione pure e mancano i cestini, proponiamo un temporizzatore per la luce a gettoni, e di togliere il lucchetto che attualmente costringe i ragazzi a passare da un buco fatto sulla recinzione, il che non ottempera né alle norme di sicurezza né al rispetto della legalità.
  3. I Bagni pubblici della Stazione sono chiusi da troppo tempo. 
  4. Viabilità SS16, riduzione inquinamento e più sicurezza, spostamento mezzi superiori alle 7,5 t su autostrada, dati Anas del 27-01-17, forniti dalla Consigliera Bordoni, segnalano 22000 auto di cui 900 veicoli pesanti, velocità media 70km/h. Indagini Arpam segnalano attenzione ai livelli di inquinanti nell’aria. I cittadini chiedono di riattivare i semafori rallentatori e di integrarli con telecamere di sorveglianza a Nord in entrata e a sud in uscita che contano i veicoli e calcolano le medie di velocità acquisendoli con sistemi informatici, e di modificare la viabilità in modo da ridurre gli inquinanti nell’aria molto alti nella zona.
  5. Parco Urbano, preoccupazione per troppa vicinanza delle piante, e per la manutenzione. Viene segnalata l’esigenza di predisporre in fase di piantumazione un sentiero che attraversa la collina, e uno sgambatoio per cani già approvato in c.c., collegare Via Tito Speri con Via Quintino Sella per fare senso unico e guadagnare parcheggi.
  6. Via Agnelli, i residenti lamentano il disagio arrecatogli dal parcheggio Imeter utilizzato come area per scuole guida, non adatto essendo un’area pubblica e vicino ad abitazioni.
  7. Messa in sicurezza del territorio per scongiurare altre alluvioni, lavori di manutenzione fossi e sul fiume Aspio, Scaricalasino
  8. Sicurezza dei cittadini contro i crimini e vandalismi

Amm.ne: 

Su Via Fratelli Bandiera l’area è sotto sequestro giudiziario e non è possibile il taglio dell’erba, potrebbe farsene carico il Comune ma poi averne l’onere i cittadini.

Accordo con alcuni soci di Libera caccia per manutenzione apertura e chiusura campetto e bagni pubblici della Stazione. 

Questione viabilità, la società autostrade non ha autorizzato il passaggio dei mezzi pesanti, e chiede il pagamento del pedaggio all’amministrazione che fatica a mettere a bilancio. Le strisce pedonali saranno verniciate con pittura fluorescente, la rotatoria ha superato l’ultimo step prima della gara di appalto che partirà a settembre. Chiederanno un tavolo di confronto con i Comuni limitrofi, enti proprietari strada e prefetto, per cercare di risolvere il problema viabilità, cambiando segnaletica della rotatoria  a San Rocchetto e spostando i mezzi pesanti diretti in Ancona sulla cameranense, previa parere favorevole dei commercianti della zona.

Questione scuole guida in Via Agnelli area parcheggio Imeter, cercheranno di spostare l’area in una zona industriale fuori dai centri abitati e non in aree pubbliche.

Il comune di Osimo in accordo con la Regione Marche finanzierà un progetto di una pista ciclabile che attraversa Osimo Stazione e che porta direttamente al mare.

Sicurezza del territorio, la Regione Marche ha delegato la competenza al Consorzio di Bonifica  per le vasche di espansione.

Variante Nord e Ponte Baldini, finanziato dalla Regione Marche, tempi di consegna entro dicembre 2019.

Parco Urbano, la manutenzione sarà affidata all’ azienda realizzatrice per 5 anni, con copertura assicurativa per le piante che moriranno, ovvero verranno rimpiazzate, il sentiero è stato già delimitato, lo sgambatoio è ancora da decidere dove meglio posizionarlo. La proposta di collegare Via Tito Speri con Via Quintino Sella, non è fattibile, in quanto è presente un grosso dislivello tra le due vie che non ne permette la realizzazione. 

Sicurezza della frazione, saranno implementate in zona chiesa Abbadia,  piazzale palestra e stazione ferroviaria, telecamere di sorveglianza.

 La seduta si è conclusa alle ore  23.45

              Il Segretario   Il Presidente

            Bugari Mauro               Gazzella Pietro