Verbali

verbale del consiglio di quartiere di Osimo centro 12 02 2019

CONSIGLIO DI QUARTIERE OSIMO CENTRO

Osimo, 12 Febbraio 2019

– Al Sindaco del Comune di Osimo

        Dott. Simone Pugnaloni

– All’assessore alla partecipazione democratica

        Dott. Daniele Bernardini

– Ai Consiglieri Comunali

Oggetto: verbale del consiglio di quartiere di Osimo centro.

Presenti: il Sindaco Simone Pugnaloni, Vice Sindaco Mauro Pellegrini; Assessori Federica Gatto; Comandante Polizia Municipale Osimo Graziano Galassi.

Consiglieri Comunali   

Presenti: David Monticelli, Maria Grazia Mariani.

Assenti: Giorgio Campanari, Gabriella Sabbatini, Monica Bordoni, Gilberta Giacchetti, Flavio Cardinali, Alex Andreoli, Daniele Bernardini, Sara Andreoli.

Consiglieri di Quartiere 

Presenti: presidente Tusi Antonio; vicepresidente e segretario Frassineti Tiziana, Lucarini Renato.

Il consiglio è stato aperto dal Presidente Tusi Antonio alle ore 21.30 seguendo gli argomenti già comunicati in odg:      

VIABILITA’ E MANUTENZIONE STRADE

1.  MANCATO RISPETTO DEL DIVIETO IN VIA RONCISVALLE: i cittadini presenti e residenti lungo la via segnalano eccessivo traffico, il mancato rispetto del divieto durante le fasce orarie indicate, auto spesso in eccesso di velocità e condizione di sporcizia e degrado, chiarendo che si tratta di una situazione che si protrae da molto tempo.Preoccupazione per la sicurezza. Si sollevano dubbi sull’efficacia di un eventuale semaforo perché certi che verrebbe spesso ignorato. Avanzano la richiesta di personale che effettui controlli e sanzioni. Chiedono l’istallazione di un varco elettronico.

L’amministrazione, ammettendo l’esistenza del problema, comunicando che nel tempo sono state prese in considerazione varie possibilità, sostiene, in accordo con il Sig. Galassi, che l’unica soluzione è la progettazione di una variante/bretella che potrebbe collegare via Roncisvalle a via Chiaravallese. Si impegna, nell’arco di un mese o poco più, a valutare tempi e costi per eventuale ztl e variante in sinergia con le leggi in vigore così da programmare successivamente, in zona via Roncisvalle, una riunione esclusiva con i residenti nella via e prendere una decisione. 

2. MARCIAPIEDE MANCANTE IN VIA FONTEMAGNA: i cittadini fanno notare che in via Fontemagna è assente il marciapiede per un tratto di circa 150 mt prima dell’hotel a destra della carreggiata. La strada è stretta ed in prossimità della curva diventa zona pericolosa. 

L’amministrazione, confermando la pericolosità del tratto in questione ed affermando di dover intervenire per mettere in sicurezza, si informerà sui costi per la costruzione del marciapiede e l’istallazione di un eventuale autovelox.

3. DISAGIO PARCHEGGI: i cittadini chiedono di rivalutare la condizione dei parcheggi in zona centro, creando più rotazione e, magari, sostituendo qualche area di sosta a pagamento con aree a disco orario.

L’amministrazione, d’accordo con il Sig. Galassi, risponde che il controllo di zone a disco orario è difficile; impiega una notevole mole di lavoro, nel contesto in cui ci si trova in carenza di organico. Il Sig. Galassi afferma inoltre che il pagamento del parcheggio crea più rotazione. L’amministrazione ricorda che se si assume un ausiliare del traffico per controllare i parcheggi, non si può assumere un vigile urbano che oltre la citata mansione, potrebbe svolgerne molte altre. La situazione va studiata meglio. 

4. DISAGIO PARCHEGGI: si lamenta carenza di controlli in piazza Sant’Agostino dove le auto vengono parcheggiate anche fuori dagli spazi prestabiliti. Nella stessa piazza capita di notare auto, senza permesso esposto, occupare lo spazio riservato alle persone portatrici di handicap. Alcune auto parcheggiate fuori dagli spazi blu, impediscono la normale fluidità di passaggio in entrata ed uscita dai regolari spazi di parcheggio. La stessa infrazione capita spesso anche in piazza Dante, (di fronte il negozio ex Original Marines), quando auto parcheggiano in zona “carico e scarico”, inibendo a volte il passaggio di passi privati che conducono ad abitazioni e garage.

5. ALTRI DISAGI: zona duomo in carenza di parcheggi; auto in eccesso di velocità in via Guazzatore; dissesto in via Gomero; situazione di degrado intorno a costruzioni abbandonate vicino via Cappuccini.

6. CONDIZIONE BAGNI PUBBLICI: i cittadini lamentano la pessima condizione in cui versano i locali dei bagni pubblici; a volte non sono disponibili, più spesso si trovano sporchi e deturpati.

L’amministrazione è perfettamente a conoscenza del problema e, dopo aver spiegato progetti a promozione sociale ed aver riferito che alcuni danni sono stati compiuti da ragazzi residenti in zona, promette che ci sarà maggiore attenzione e sorveglianza. 

7. BASSO LIVELLO DI PULIZIA DELLE VIE DEL CENTRO STORICO: spesso, problema che in Primavera ed Estate assume maggiore rilevanza, il residuo di escrementi di cani al centro delle vie e di piccioni, in parti più periferiche supera il grado di accettabilità. Il problema dei piccioni e dei loro escrementi è sentito da più persone e riguarda l’intero ambito del centro di Osimo. A repentaglio è, non solo l’igiene urbana ma, soprattutto, la salute delle persone e degli altri animali domestici. Da ricordare che il pericolo aumenta nella stagione calda, quando gli escrementi possono, oltre che venire a contatto, anche essere ingeriti ed inalati. 

8. LAVORI SOTTOSTANTI IL LOGGIATO: alcuni cittadini fanno notare che poteva essere lasciato libero lo spazio per persone disabili ed anziane.

L’amministrazione è d’accordo informando che il dirigente dei lavori avrebbe potuto mettere in sicurezza. Avvisa inoltre che in Primavera l’area potrebbe essere riaperta. Il Sindaco Simone Pugnaloni avvisa che è sua intenzione destinare una parte dei finanziamenti ottenuti all’abbattimento di barriere architettoniche iniziando a pensare alla realizzazione di un ascensore per raggiungere i piani più alti del palazzo comunale.

VALORIZZAZIONE CENTRO STORICO

1. REALIZZAZIONE PARCO URBANO, (PERCORSO DELLE FONTI): idea, esposta da David Monticelli  (M5S), di un parco tematico. Un percorso urbano/naturalistico dove l’elemento di ispirazione è l’acqua grazie alla presenza di 7 fonti. Sentiero ciclo/pedonale che, partendo da via Guazzatore, si snoda lungo via Bernini, attraversa l’ex campo dei frati, raggiunge via Fonti, scende lungo via Roncisvalle, per arrivare in via Fonti del Tesoro. Esperienza, con filo conduttore, che può essere apprezzato sia dagli abitanti di Osimo che dai turisti, nella quale si unisce l’interesse per lo sport, la natura e la storia.

L’amministrazione, a conoscenza dell’idea, ha già inviato un primo progetto alla sovraintendenza. A questo progetto si ha dato inizio alla preparazione e ripulitura della prima parte, (via Fonte Magna), illuminata fino a campo dei frati.

2. MANCANZA SALA CINEMATOGRAFICA: da parte di molti cittadini il desiderio che Osimo abbia un cinema nel cuore del suo centro storico. Idea di un cinema “cittadino” che anima e fa incontrare realtà sociali diverse tra loro. In opposizione al modo “multisala” di concepire il cinema, l’ambiente del centro storico e magari l’atmosfera di proiezioni d’autore, riporterebbe il cinema a svolgere una funzione sociale.

L’amministrazione ha comunicato l’avvio al restyling dei locali dell’ex cinema Concerto. Entro Marzo i frati inizieranno i lavori per trasferire una biblioteca francescana tra le più importanti del centro Italia che sarà aperta al pubblico. Contemporaneamente, ottenuto un finanziamento di 400.000 euro dalla Regione, si avvierà la realizzazione di una sala da adibire ad auditorium con 99 posti. Il Sindaco accenna alla possibilità di un’ulteriore sala auditorium di 180 posti presso il ridotto del Teatro la Fenice.

La sensazione di alcuni cittadini che, nonostante il progetto, Osimo rimarrà orfana di un cinema degno. Si registra un forte dissenso da parte dei consiglieri comunali David Monticelli e Maria Grazia Mariani all’operazione di cessione della struttura ai frati, ritenendola non congrua.

Rispetto l’ordine del giorno, non è stato possibile trattare il tema del miglioramento dell’area giardini di Piazza Nuova per motivi di tempo.

La seduta si è conclusa alle ore 23:45 circa.

Il Segretario                             ​​​​​​​​​Il Presidente

Tiziana Frassineti​​​​​​​​​                 ​Antonio Tusi                      

Verbale del Consiglio di quartiere Osimo2 16/01/2019

Oggetto:  consiglio di quartiere Osimo2 versante sud

– Situazione dissesto marciapiede e controllo velocità in via De Gasperi

– Messa in sicurezza gru del cantiere edile in disuso adiacente via Martin Luther King

– Regolamentazione del sistema viario di via Fabriano

– Segnaletica stradale da sistemare in via Donizetti

– Altre varie ed eventuali

Sono intervenuti i seguenti amministratori comunali:

Simone Pugnaloni…Sindaco                                                                                                                           Mauro Pellegrini…Vice Sindaco

Federica Gatto…Assessore Viabilità e Sicurezza

Flavio Cardinali…Assessore ai Lavori Pubblici

Alex Andreoli…Assessore Sport ed Agricoltura

Graziano Galassi…Comandante dei Vigili Urbani

Il consiglio di quartiere Osimo2 è rappresentato da:

Marra Claudio, Vaccarini Matteo e Fiorente Antonio

Alle ore 21.30 circa, presso la sala del bocciodromo di via “della Croce Rossa” il presidente del cdq Marra Claudio apre l’assemblea pubblica con una breve introduzione alla cittadinanza, intervenuta numerosa, del nuovo consiglio di quartiere e dei membri che ne fanno parte e di seguito procede con il primo punto all’ordine del giorno ovvero la questione del marciapiede di Via de Gasperi proiettando delle foto da cui si evince il grado di dissesto provocato dalle radici degli alberi.

Il Sindaco dichiara di aver provveduto personalmente insieme a dei tecnici di Astea a fare un sopralluogo in via De Gasperi e che saranno messe in sicurezza sia le radici degli alberi che il marciapiede con un intervento di potatura e manutenzione marciapiede che avrà un effetto duraturo per almeno 7-8 anni, tutto questo in tempi brevi.

Sulla questione della velocità sostenuta dei veicoli che transitano sia in via De Gasperi che in Via Aldo Moro interviene il Comandante dei Vigili Magg. Galassi spiegando alla cittadinanza che gli autovelox fissi non possono essere installati nel centro abitato e che l’unico deterrente opportuno sarebbe la presenza delle pattuglie in maniera più assidua, ma viste le carenze dell’organico della Polizia Urbana è molto difficile da portare avanti. Propone di risolvere con un passaggio pedonale rialzato e con una pattuglia che stazioni periodicamente lungo via De Gasperi.

Per quanto riguarda il secondo punto all’ordine del giorno ovvero la messa in sicurezza della gru situata in Via Martin Luther King, nell’area ex-Violini, interviene il Sindaco facendo presente che c’è una procedura di fallimento in corso in quell’area e che il Comune di Osimo ha ricevuto da parte di un ingegnere incaricato dal curatore fallimentare una perizia che conferma la totale sicurezza della gru, ma dietro insistenza da parte dei cittadini che lamentano movimenti sospetti soprattutto durante le giornate ventose il Comandante dei Vigili riferisce di aver inoltrato ben due denunce alla Procura della Repubblica per ragioni di incolumità e che il Giudice dovrà pronunciarsi in merito.

La situazione comunque dovrebbe essere sotto controllo.

A questo punto interviene però un cittadino che lamenta la scarsa illuminazione in via Fanfani (adiacente via Martin Luther King) ed il Sindaco sottolinea che gli oneri di urbanizzazione che doveva concludere la società costruttrice, che è proprietaria del lotto edificabile, non sono stati portati a termine e che quindi il Comune non può procedere ad alcun intervento perché la strada risulta ancora privata.

Questione analoga anche in via Fabriano che è il terzo punto all’ordine del giorno.

I Cittadini lamentano la mancanza totale di segnaletica sia orizzontale che verticale con relativi problemi di sicurezza legati a loro dire da un vero e proprio “Far West”, ovvero ad una totale mancanza di regole sia nella direzione di marcia sia nei parcheggi delle auto.

Sempre nella stessa via i cittadini lamentano la mancata pulizia delle aree verdi che comporta la scarsa visibilità del tratto stradale. Tra l’altro la sporcizia è propedeutica per la comparsa di topi e serpenti, con ovvi problemi di sicurezza soprattutto per i bambini che giocano in questa via.

Si segnalano anche cassonetti per la raccolta differenziata sporchi e fatiscenti e mancanza di segnaletica dei cantieri edili ancora operanti.

Infine alcuni abitanti sono preoccupati per la scarsa attenzione dei mezzi che puliscono la strada in caso di nevicata.

Il Sindaco dichiara di voler convocare al più presto il costruttore edile operante nella suddetta via per rivedere la convenzione di lottizzazione in modo da ovviare più celermente nella consegna della via all’amministrazione comunale da parte del costruttore ma sempre secondo termini di legge. Alla riunione con il costruttore ci sarà anche un rappresentante degli abitanti della via. Si cercherà di porre rimedio alla situazione di disagio nei punti sopraelencati. 

Segnaletica di Via Doninzetti:

-All’altezza del civico n.14 occorre la riverniciatura del segnale “Stop”, sull’asfalto, perché ormai totalmente invisibile ed il Sindaco promette una pronta manutenzione.

-Viene richiesta la manutenzione del manto stradale rovinato da buche e radici dei pini in questa via.

-Altri cittadini presenti chiedono che sia indetta un’altra assemblea per il cambio di viabilità.                  Il Sindaco ed il Comandante dei Vigili Urbani sono d’accordo nel voler cambiare il senso di marcia se la maggioranza dei cittadini residenti la voterà; quindi si dovrà organizzare una assemblea per gli abitanti di via Donizetti per decidere come avere il senso di viabilità.

Per quanto riguarda “Varie ed eventuali” si annotano in assemblea le seguenti questioni:

-un cittadino chiede che sia asfaltato il tratto di marciapiede di Via Montefanese, all’altezza del parrucchiere Walter, in direzione Padiglione per un tratto di 30 mt circa.

-la scalinata “Rimembranza” che collega via Giulia e via Cialdini ha due corrimano da manutenzionare (lato via Cialdini) e l’ultimo tratto del corrimano è mancante  (lato via Giulia). Inoltre uno dei due lampioni che illuminano la scalinata si spegne e si accende in continuo.

-in via Ungheria, presso la rotatoria del Borgo la strada è dissestata dalle radici dei pini e l’illuminazione è oscurata dalle chiome degli alberi.

-in via Fratelli Cervi fra il parcheggio Perlasca e la scuola elementare vi sono alberi obsoleti dove occorre una potatura per renderli non pericolosi.

-in via fratelli Cervi, presso l’entrata del parcheggio Perlasca, occorre disostruire una caditoia otturata dal catrame e rimettere un tubo per fare defluire l’acqua piovana.

-nel campo sportivo adiacente la scuola elementare del borgo a volte viene segnalata la presenza di ragazzi che vanno a fumare con sospetto consumo e/o spaccio di droga.

-in via Tonnini fra il n. civico 1-3 ci sono delle caditoie a margine pericolosissime.

-sempre in via Tonnini si chiede l’installazione di un bidone per raccolta del verde

-si segnala che i contenitori dei farmaci di via De Gasperi sono sempre pieni e andrebbero svuotati o sostituito il contenitore con uno di capienza maggiore.

-la ferramenta Carpineti in via Castelfidardo viene segnalata per il tetto in amianto.

L’assemblea del consiglio di quartiere si chiude alle ore 23.30 circa con il ringraziamento da parte del Presidente a tutti i cittadini intervenuti ed anche ai membri della giunta comunale nonché al Comandante dei Vigli Urbani

Il Segretario   Fiorente Antonio            Presidente Marra Claudio

Verbale osimo stazione Abbadia 26 7 18

CONSIGLIO DI QUARTIERE OSIMO STAZIONE ABBADIA

VERBALE SEDUTA DEL 26-07-18

Oggetto: Insediamento del consiglio di quartiere

Giovedi 26 Luglio 2018 si è tenuta la prima riunione del Consiglio di Quartiere OSIMO STAZIONE ABBADIA Presso il CIRCOLO ABBADIA, convocato dall’ Amministrazione Comunale con provvedimenti prot. N.14763  del 05/06/2018  e prot. N.15162 del 08/06/2018 con i quali sono stati Proclamati eletti i Consiglieri di quartiere a seguito delle elezioni tenutesi il 03/06/2018

Tali provvedimenti davano atto che il Consiglio di quartiere OSIMO STAZIONE ABBADIA è composto da:

Presidente : GAZZELLA PIETRO

Vice Presidente: GATTO ROBERTO

Consiglieri: BUGARI MAURO, MASTRANGELO ANGELO, RENZI ANDREA, SCARPONI ANDREA 

Assenti: NESSUNO

Hanno partecipato in rappresentanza del Comune di Osimo: 

Il Sindaco: Simone Pugnaloni; Assessori: Pagliarecci, Gatto, Andreoli; Consiglieri: Campanari, Sabbatini, Bordoni, Giacchetti; Comandante Polizia Municipale Osimo Galassi  

Assenti: Vice Sindaco Pellegrini; Assessori: Glorio, Bernardini, Cardinali

Il consiglio è stato aperto dal Sindaco alle ore 21.30 

Il Presidente ha nominato come segretario: BUGARI MAURO

Dopo la presa d’atto e la convalida degli eletti, il Presidente ha presentato ai membri dell’amministrazione e ai cittadini i nuovi componenti del Consiglio di Quartiere in carica per i prossimi 5 anni. 

Il Sindaco ha poi chiesto ai cittadini di esporre le problematiche della frazione.

Abbadia:

  1. Variante Abbadia, By pass in progetto dal 2006. 
  2. Incuria su strade e su aree verdi, potatura Pini su Via Corticelli e rifacimento manto stradale. 
  3. Illuminazione comunale su campetto.

Amm.ne: sulla questione by pass è presente una piccola minoranza che non la vuole, il progetto quindi è andato in ricorso e per il momento resta accantonato. 

Asfaltatura Via Corticelli a Settembre, area giochi e luci con oneri di urbanizzazione delle nuove costruzioni che nasceranno in Via Papa Giovanni Paolo II

Osimo Stazione:

  1. Incuria su strade e su aree verdi, su querce secolari, su pista ciclabile e su Via Fratelli Bandiera
  2. Campetto vicino la scuola elementare, la rete di contenimento del pallone è rotta, la rete di recinzione pure e mancano i cestini, proponiamo un temporizzatore per la luce a gettoni, e di togliere il lucchetto che attualmente costringe i ragazzi a passare da un buco fatto sulla recinzione, il che non ottempera né alle norme di sicurezza né al rispetto della legalità.
  3. I Bagni pubblici della Stazione sono chiusi da troppo tempo. 
  4. Viabilità SS16, riduzione inquinamento e più sicurezza, spostamento mezzi superiori alle 7,5 t su autostrada, dati Anas del 27-01-17, forniti dalla Consigliera Bordoni, segnalano 22000 auto di cui 900 veicoli pesanti, velocità media 70km/h. Indagini Arpam segnalano attenzione ai livelli di inquinanti nell’aria. I cittadini chiedono di riattivare i semafori rallentatori e di integrarli con telecamere di sorveglianza a Nord in entrata e a sud in uscita che contano i veicoli e calcolano le medie di velocità acquisendoli con sistemi informatici, e di modificare la viabilità in modo da ridurre gli inquinanti nell’aria molto alti nella zona.
  5. Parco Urbano, preoccupazione per troppa vicinanza delle piante, e per la manutenzione. Viene segnalata l’esigenza di predisporre in fase di piantumazione un sentiero che attraversa la collina, e uno sgambatoio per cani già approvato in c.c., collegare Via Tito Speri con Via Quintino Sella per fare senso unico e guadagnare parcheggi.
  6. Via Agnelli, i residenti lamentano il disagio arrecatogli dal parcheggio Imeter utilizzato come area per scuole guida, non adatto essendo un’area pubblica e vicino ad abitazioni.
  7. Messa in sicurezza del territorio per scongiurare altre alluvioni, lavori di manutenzione fossi e sul fiume Aspio, Scaricalasino
  8. Sicurezza dei cittadini contro i crimini e vandalismi

Amm.ne: 

Su Via Fratelli Bandiera l’area è sotto sequestro giudiziario e non è possibile il taglio dell’erba, potrebbe farsene carico il Comune ma poi averne l’onere i cittadini.

Accordo con alcuni soci di Libera caccia per manutenzione apertura e chiusura campetto e bagni pubblici della Stazione. 

Questione viabilità, la società autostrade non ha autorizzato il passaggio dei mezzi pesanti, e chiede il pagamento del pedaggio all’amministrazione che fatica a mettere a bilancio. Le strisce pedonali saranno verniciate con pittura fluorescente, la rotatoria ha superato l’ultimo step prima della gara di appalto che partirà a settembre. Chiederanno un tavolo di confronto con i Comuni limitrofi, enti proprietari strada e prefetto, per cercare di risolvere il problema viabilità, cambiando segnaletica della rotatoria  a San Rocchetto e spostando i mezzi pesanti diretti in Ancona sulla cameranense, previa parere favorevole dei commercianti della zona.

Questione scuole guida in Via Agnelli area parcheggio Imeter, cercheranno di spostare l’area in una zona industriale fuori dai centri abitati e non in aree pubbliche.

Il comune di Osimo in accordo con la Regione Marche finanzierà un progetto di una pista ciclabile che attraversa Osimo Stazione e che porta direttamente al mare.

Sicurezza del territorio, la Regione Marche ha delegato la competenza al Consorzio di Bonifica  per le vasche di espansione.

Variante Nord e Ponte Baldini, finanziato dalla Regione Marche, tempi di consegna entro dicembre 2019.

Parco Urbano, la manutenzione sarà affidata all’ azienda realizzatrice per 5 anni, con copertura assicurativa per le piante che moriranno, ovvero verranno rimpiazzate, il sentiero è stato già delimitato, lo sgambatoio è ancora da decidere dove meglio posizionarlo. La proposta di collegare Via Tito Speri con Via Quintino Sella, non è fattibile, in quanto è presente un grosso dislivello tra le due vie che non ne permette la realizzazione. 

Sicurezza della frazione, saranno implementate in zona chiesa Abbadia,  piazzale palestra e stazione ferroviaria, telecamere di sorveglianza.

 La seduta si è conclusa alle ore  23.45

              Il Segretario   Il Presidente

            Bugari Mauro               Gazzella Pietro